13 gennaio 2023

News

Quali sono i trend di digital marketing per il 2023?

News

Secondo ricerche e previsioni di esperti, il prossimo futuro nel mondo della comunicazione e del marketing digitale sarà ricco di investimenti, specialmente in Artificial Intelligence - AI e Augmented Reality - AR, conversational commerce, marketing nel Metaverso e strategie inclusive in grado di comunicare correttamente con tutte le generazioni, specialmente alla Gen Z.

 

Secondo Forbes questo sarà l’anno in cui le aziende scopriranno e riscopriranno l’importanza della customer retention, ovvero la fidelizzazione dei clienti. Sarà, infatti, fondamentale rafforzare i rapporti con il pubblico sia per affrontare il nuovo anno, sia prima di lavorare per far evolvere la relazione.

Come ogni anno, il 2023 sarà ricco di forte concorrenza: tutte le aziende dovranno competere per affermarsi, utilizzando stratagemmi e strategie per provare a differenziarsi in un ecosistema digital, sempre più complesso, e per rivolgersi a  consumatori che sono diventati sempre più esigenti e volubili.

Fragile scenario geopolitico, strascichi della pandemia, mercati incerti, mancanza di fondi e spesso mentalità un po’ troppo antiquate per considerarsi al passo con i tempi, lasciano poco spazio agli innumerevoli e dispendiosi sacrifici richiesti dall’era dell’interconnessione costante.

In questo scenario poco roseo, strategia, comunicazione e marketing dovranno coordinarsi con cura e attenzione in piani aziendali completi di elementi imprescindibili.

Quali sono? Di cosa non possono fare a meno i piani di marketing per il 2023?

5 scelte strategiche di comunicazione e marketing per il 2023

Spesso quella battuta non è la strada migliore: la prima cosa che le aziende dovrebbero fare in questo nuovo anno è un audit, approfondito e puntuale, del piano editoriale.

 

E quest’anno i passaggi appena elencati potrebbero essere più importanti rispetto ad altre volte: brand reputation, sostenibilità, realtà aumentata, intelligenza artificiale e ricerca vocale sono i trend e gli investimenti martech che segnano il digital marketing 2023.

 

Comunicazioni coinvolgenti e inclusive

La scarsa inclusività delle comunicazioni può decretare il fallimento di un’attività. È diventato importante per ogni realtà valutare se il mix dei canali di comunicazione istituzionali, sito internet e social media, e non, sono in grado di raggiungere il pubblico previsto ed allargare la platea.

Per farlo serve un lavoro di analisi su eventuali punti di debolezza, nel tone of voice, nelle strategie di copywriting e nei canali, cercando di individuare tutti quelli che potrebbero essere eventuali aspetti escludenti.

Preconcetti, stereotipi e falsi miti devono attentamente essere esclusi dalle comunicazioni, diffondendo unicamente campagne interessanti per il pubblico fidelizzato e capaci di creare curiosità in quello potenziale.

 

L’anno del conversational commerce

Il 2023 potrebbe essere l’anno del conversational commerce, ovvero quell’esperienza di acquisto online effettuata tramite vari mezzi di conversazione e attraverso diverse tecnologie. Riconoscimento vocale, riconoscimento degli oratori, elaborazione del linguaggio naturale e intelligenza artificiale, un chatbot ben realizzato…  possono essere la vera svolta di quest’anno.

Da valutare con importante attenzione specialmente nel settore retail, ma non solo, questa nuova frontiera del marketing come conversazione, perché offre una lunga serie di vantaggi rendendo l’esperienza on-line più fluida e umanizzata.

Il conversational commerce ha attirato molta attenzione, sia da parte di esperti, sia di curiosi e moltissime aziende fanno sempre più investimenti in questo campo; da molti è considerato il nuovo fondamentale aspetto per ottenere successo. 

Focus sulla sostenibilità

Tra le sfide del fare marketing nel 2023 si mantiene fissa l’attenzione alla sostenibilità: le persone sia vogliono che i brand le aiutino a rendere le scelte sostenibili più veloci e gestibili, sia vogliono che le aziende prendano una posizione chiara e che la mantengano, con azioni concrete, nel tempo.

Presenza attiva sui social

I social media stanno cambiando nello stesso modo in cui cambia la società: se prima erano uno spazio su cui condividere, in modo più o meno sincero e disinteressato, pensieri, esperienze ed emozioni con una rete di persone che altrimenti si sarebbero perse di vista, oggi sono spazi di aggregazione basati su interessi comuni.

La strada, dunque, che devono intraprendere le aziende online deve avere come punto di arrivo (e di partenza) la costruzione di una community che condivide interessi e valori.

Privacy e fiducia

Un’indagine Google Europe ha fatto emergere come le esperienze legate alla privacy incidano direttamente sulla fiducia dei clienti.

Una brutta esperienza con la privacy online è, dai consumatori, considerata dannosa e deleterea quasi come un furto dei dati: il 43% degli intervistati dopo un’esperienza negativa ha cambiato brand.

3 tendenze del marketing per il nuovo anno dal punto di vista operativo

Inclusività, Conversational commerce, sostenibilità, social e fiducia sono cinque dei grandi trend su cui basare la strategia di comunicazione e marketing per quanto riguarda il nuovo anno. 

 

Ma operativamente parlando?

 

Da un punto di vista più pratico, sono stati individuati 3 principali trend: la continua crescita dei contenuti video, gli ecosistemi delle conversazioni e il gaming.

 

Video

Quelli che vengono definiti short video, Reel e TikTok, hanno stravolto il modo di fare e di fruire dei contenuti digitali formato video. Restano, però, ancora di grande importanza film, programmi TV, e sport, con un’importante ascesa per popolarità dei video-saggi, di durata compresa tra i 25 a 60 minuti.

Le aziende devono quindi trovare un equilibrio tra video brevi per attirare l’attenzione ma che, allo stesso tempo, si dimostrino una valida e profonda esperienza per chi li fruisce.

Gaming

Pilastro base della società, il fenomeno del gaming procede inarrestabile verso una vetta che punta sempre più in alto; il fattore gaming è fondamentale anche (e soprattutto) per il marketing operativo.

La presentazione di un prodotto o di un servizio può essere strutturata come la spiegazione delle regole del gioco, per esempio demo e trial possono essere molto efficaci. La fidelizzazione del cliente non basta più: è necessaria una customer experience, online e offline più coinvolgente.

Metaverso

La scommessa di Zuckerberg ad oggi non sta dando i risultati tanto sperati, sia in termini di funzionalità quanto di popolarità, ma come spesso accade nel web mai direi mai (Internet stesso, nei primi anni 2000 non godeva di grande fama: le persone erano poco interessate e avevano difficoltà di accesso, quindi non trascorrevano molto tempo online).

Da un punto di vista imprenditoriale, le aziende sono costrette, per rimanere player attivi, ad anticipare tendenze ed essere lungimiranti sulle nuove possibilità.

Investire nel Metaverso, potrebbe essere una scommessa su cui può valere la pena puntare.

Metaversovideo, conversational commerce e gaming sono, quindi, gli argomenti di maggior interesse per questo nuovo anno, ma non tutte le imprese, specialmente le PMI, sembrano pronte ad affrontare le nuove sfide. Un fattore di incertezza può essere, spesso, la mancanza di competenze tecniche nel settore: contattaci per una consulenza gratuita, parleremo del tuo progetto e valuteremo la migliore implementazione digital per la tua realtà!